Senigallia: una domenica mattina speciale

/, News/Senigallia: una domenica mattina speciale

Sognavo sempre un Maestro che mi insegnasse tutto quello che sapeva sul Kung-Fu, che ascoltasse le mie opinioni, che attraverso i suoi movimenti capissi meglio cosa fare, senza bisogno di parlare. Bene, domenica 4 settembre 2016, si è avverato tutto questo, è stato veramente un incontro intenso e ricco di emozioni, quello che si è svolto, presso i Giardini Catalani di Senigallia (AN). Ospite il Maestro Luigi Guidotti, che ha condotto con vera professionalità e capacità didattica, come sua consuetudine, la prima sequenza di bastone del KuDeYi JingWuMen, l’Istituto di Ricerca e Studio di Kung-Fu Tradizionale Cinese. La sequenza in questione “Nam Fat Guan”, il Bastone del Buddha del Sud, introduce il praticante all’uso del bastone conico.

Domenica è stata una ulteriore riprova che praticare il Kung-Fu a contatto con la natura, in spazi aperti, è senza dubbio la migliore cosa, le persone che passeggiano, hanno modo di confrontarsi, chiedere spiegazioni e magari riuscire a capire qualcosa in più del mondo già così complesso e travagliato delle Arti Marziali. Ci si sente più vivi, il fluire dinamico e naturale dell’energia si unisce con quello che scorre nel nostro corpo.

Questa forma già insegnata dal Maestro Guidotti a uno stage nazionale della T.K.F.A. (Traditional Kung-Fu Association) è stata ulteriormente approfondita e perfezionata in tutti i suoi particolari e atteggiamenti, uno studio che sarebbe impossibile fare la prima volta che si apprende una sequenza. Devo dire che fare questa forma per la seconda volta è stato più bello ed emozionante della prima, perché perfezionando ogni singolo spostamento, grazie ai consigli del Maestro è come se i movimenti prendessero vita e iniziassero a far parte di noi stessi.

Molto spesso i praticanti ripetono le sequenze all’infinito, come se l’estenuante replicare dei movimenti, li facesse sperare di essere capaci di esprimere, ma purtroppo… non è così. L’esperienza e la tradizione insegnano che l’accuratezza, la precisione e l’umiltà con cui ci si perfeziona, devono crescere in noi e sono il preludio al crescere della nostra maestria. Come per ogni cosa impegnativa, questo richiede tempo e pazienza e tanta Passione!

Proprio in quest’ottica, per evitare ulteriore degrado, in questo ultimo periodo, ha iniziato persino a modificare la sua già valida e collaudata metodologia d’insegnamento. Sta difatti svolgendo un’attività didattica mirata al perfezionamento di ciò che si crede di sapere, ma del quale si ha invece solo una superficiale conoscenza, perfezionandolo realmente seguendo un’ottica più sincera e secondo i canoni classici del Kung-Fu Tradizionale Cinese. Un “ottuso” ma quanto mai produttivo ritorno alla qualità, più che alla quantità!

Durante ogni sua lezione, è importante per lui che venga soprattutto alla luce l’aspetto duale del Kung-Fu, ciò che genera il vero Equilibrio di ogni praticante. Lo Yin e lo Yang, devono essere sempre presenti per giungere alla giusta comprensione delle cose ed iniziare ad esprimere.

Al termine della bellissima lezione, il Maestro e sua moglie Rita, insieme ad alcuni allievi si sono rilassati intrattenendosi a pranzo e tanto per restare in tema, in un ristorante cinese della città. Una splendida occasione per essere insieme a tavola e parlare insieme… delle proprie esperienze di vita, della comune passione per il Kung-Fu, un ottimo modo di socializzare, anche scherzando. In quei momenti si vorrebbe fermare il tempo, far durare ogni istante un’eternità, poiché si sta godendo tutto in pieno, intensamente, insieme alle persone che camminano con te nella tua vita.

Purtroppo, giunge come sempre, il momento di tornare a casa e anche se un velo di tristezza ci sfiora, resta comunque un grande dono: la consapevolezza di aver acquisito qualcosa di insostituibile e cioè che il Kung-Fu, senza la Virtù Morale delle Arti Marziali, fatta di disciplina, etichetta, gesti, comportamenti, affetto e famiglia, non è vero Kung-Fu.

Spero di poter ancora invitare il Maestro a Senigallia, per far rivivere attraverso i suoi insegnamenti, le gesta e gli ideali di coloro, che nei tempi antichi hanno contribuito a rendere questa disciplina così bella nella sua essenza, poiché se praticata nella giusta maniera può donare saggezza, equilibrio e longevità a tutti noi.

torna alla pagina NEWS

ULTIMI POST

La Prima Volta in Puglia del Maestro GUIDOTTI

“La vita è bella perché è varia”. Il bello della nostra esistenza è proprio questo; essa è mutevole e il cambiamento è sempre dietro l’angolo, imprevedibile, inaspettato e improvviso. A volte accadono cose [...]

Il “vanto” dell’aver conosciuto…

Chiunque può redigere il proprio curriculum falsandone i contenuti, dato che oggi è una pratica comune ed è utilizzata molto più di quanto si creda. Francamente non ci interessa la veridicità o meno [...]

By |2016-10-26T13:26:07+00:00Settembre 12th, 2016|
Content Protected