Il SEGRETO del TaiJiQuan, nello studio delle sue applicazioni!

//Il SEGRETO del TaiJiQuan, nello studio delle sue applicazioni!

slt_01È opinione comune, nella cultura moderna, abbinare il TaiJiQuan al benessere, considerando esclusivamente l’aspetto terapeutico di quest’arte. Ben pochi sanno, però, che non si tratta solo di questo! Se si avrà la pazienza di approfondirne lo studio, appena scalfita la superficie, si potrà comprendere che il TaiJiQuan non è solo questo. Uno dei suoi punti di forza, difatti, è quello di contrapporsi con abilità, al modo di utilizzare il combattimento seguendo una regola troppo fisica e materiale.

Nel TaiJiQuan, l’approccio al combattimento è morbido e flessibile; la forza che viene utilizzata è soprattutto quella dell’avversario stesso e questo richiede uno sviluppo della propria sensibilità “nel sentire” l’energia dell’avversario e nel guidarla attraverso il proprio movimento. A differenza degli stili esterni, raggiungere la maestria in una tecnica di difesa morbida, richiede molto più impegno e una maggiore conoscenza del proprio interno.

tjqappUn’arte di difesa improponibile senza l’aiuto di un vero Maestro! Gli stili interni, come qualcuno crede, non sono fatti di movimenti; dietro le loro movenze, spesso aggraziate, si celano tecniche, che possiedono un’efficacia di tutto rispetto. Il TaiJiQuan, non ha nulla da invidiare a stili che si definiscono da sempre, “ideali per il combattimento” e l’autodifesa. In questo modo, l’Arte non si impoverisce dietro il raggiungimento di una abilità esclusivamente tecnica!

Il 12 luglio prossimo, presso il Centro Nazionale KuDeYi JingWuMen, sotto la supervisione del ShiGong Luigi Guidotti si terrà una prima lezione su tale argomento. In questo modo sarà possibile osservare il TaiJiQuan e i suoi movimenti, sotto la luce di una pratica ed effettiva efficacia. Il vero segreto di quest’arte, è racchiuso nella flessibilità delle sue tecniche, che si adeguano sempre alla forza dell’avversario, senza mai opporsi direttamente. Come il Maestro GUIDOTTI ripete spesso;

“… il TaiJiQuan e gli stili interni in generale, sono come un sinuoso fiume che cerca la sua strada verso l’oceano! Se non si avrà la capacità di dare un senso al movimento e allo stesso tempo, armonia alle applicazioni, sarebbe come essere uno Yin senza lo Yang…”

Si può riassumere con questa frase il vero segreto del TaiJiQuan.

torna alla pagina NEWS

ULTIMI POST

La Prima Volta in Puglia del Maestro GUIDOTTI

“La vita è bella perché è varia”. Il bello della nostra esistenza è proprio questo; essa è mutevole e il cambiamento è sempre dietro l’angolo, imprevedibile, inaspettato e improvviso. A volte accadono cose [...]

By |2017-03-08T09:15:06+00:00Luglio 6th, 2015|
Content Protected