la Leggenda 传奇

la Leggenda 传奇2017-01-17T11:22:33+00:00

Wong_LongLa “Leggenda”, per definizione,  è “un tipo di racconto molto antico, che tratta di avvenimenti o fatti!” Generalmente è riferito a un argomento eroico, cavalleresco o a carattere religioso, che a volte sfocia nel mito, nella favola e nella fiaba. Fa parte del patrimonio culturale di tutti i popoli e appartiene soprattutto, alla tradizione orale e nella sua narrazione mescola spesso il reale al meraviglioso, al fantastico.

La parola “leggenda” deriva dal latino legenda che significa “cose che devono essere lette”, o “cose degne di essere lette”. Con questo termine, un tempo, si voleva indicare il racconto della vita di un eroe positivo, le gesta di un cavaliere o il racconto dei miracoli di un Santo.

In seguito la parola acquistò un significato più esteso e oggi la leggenda, indica una qualsiasi narrazione, che presenti elementi reali ma trasformati dalla fantasia, tramandati per celebrare fatti o personaggi fondamentali per la storia di un popolo.


Le leggende si rivolgono alla collettività, come i miti e spiegano l’origine di qualche aspetto dell’ambiente, le regole e i modelli da seguire, certi avvenimenti storici, o ritenuti tali, allo scopo di rinsaldare i legami d’appartenenza alla comunità.

Questo fatto, che “trascende l’ordinario”, nel nostro caso, è spesso legato a situazioni, soprattutto a personaggi che con il loro positivo esempio, sono divenuti dei simboli e motivo d’ispirazione per tutti quelli che hanno seriamente intrapreso la via del Kung-Fu tradizionale cinese, con coerenza e sacrificio. Grazie a questi fondamentali punti di riferimento, l’arte marziale può adattarsi al mondo moderno e sopravvivere nel futuro in maniera degna e coerente.

bodhidharmaUn aspetto fondamentale da tenere presente, è che senza la leggenda, non avremmo alcuno spunto nel migliorare noi stessi. Certi fatti fantasiosi, ci spronano nel perfezionamento e ci forniscono le motivazioni per proseguire, lungo un cammino intriso di ostacoli, generati dal materialismo, avidità, soldi, interessi e stress… tanto stress! Se un individuo, fosse in grado di mantenersi costantemente concentrato e con la giusta motivazione, si ricorrerebbe molto meno all’aiuto di uno psicologo, poiché la risoluzione dei nostri problemi personali, è sempre dentro noi stessi. Questo perché, ogni individuo, è un inesplorato universo con leggi proprie che generano un personale equilibrio.

La psicologia è una scienza razionale che si basa su dei modelli prefissati! Molte diagnosi, sono date dall’interpretazione personale dello psicologo di turno, che “legge” lo schema, giungendo molto spesso a diagnosi errate (soprattutto se chi chiede aiuto, non è totalmente onesto). In molti casi, la diagnosi è la seguente: “Il paziente, deve riprendere in mano le redini della propria vita”! Una frase inflazionata, che molto spesso, è il preludio a un futuro fatto di egoistico comportamento personale, da parte del paziente e che lascia poco spazio ai sentimenti e al mantenimento di amicizie, rapporti umani e socialità. Lo psicologo, con le sue deduzioni, probabilmente, cambierà sì la vita a una persona, ma molto spesso la spersonalizzerà, aiutandola a porre le individuali basi del suo futuro egocentrismo personale.

In un cammino così duro, come quello del Kung-Fu, proprio perché soprattutto basato su una stabile coerenza del praticante, che si protrae nel tempo, spesso si perdono dei compagni di viaggio, che potenzialmente sarebbero potuti arrivare lontano e piano piano, strada facendo, ci si ritrova soli! ShiGung Guidotti, a questo proposito, ci dice spesso una frase:zhang_san_feng

Ci si può anche dichiarare sconfitti se si ha una “valida” motivazione, ma… che ne sarà della vittoria finale?

Con questo, egli intende che molto spesso, le effettive motivazioni che portano a dei radicali cambiamenti nella propria vita, non sono così tali da giustificare la trasformazione o la sconfitta! Si finirà così inevitabilmente, col lasciare andare l’unica cosa, che avrebbe potuto dare un significato alla propria vita.

A questo scopo, le leggende, che riguardano gli eroi del passato, con le loro imprese e le loro gesta eroiche, aiutano a tener accesa la fiamma della propria passione, favorendo la motivazione nel perseguire un reale obiettivo. Ciò permette, ai moderni Maestri di Kung-Fu come il nostro, attraverso la narrazione di queste “storie antiche”, di aiutare i propri allievi e fornire loro, spunti che alimentano le motivazioni e che permettono al praticante di esulare dalla durezza della vita di ogni giorno! Paradossalmente, questa forma di “evasione”, attraverso le fantasticherie del passato, aiuta a coltivare un ideale, permettendoci di raggiungere uno scopo nella vita, senza il quale saremo destinati, a essere solo dei “vuoti involucri” in cammino verso un’improbabile meta.  Votati al lavoro, agli interessi personali, ai soldi e… probabilmente destinati allo sbando, siamo costretti a invecchiare in fretta! Privandoci così di un’essenziale “fonte della gioventù”… La Leggenda!

I Maestri del passato lo sapevano… per questo insegnavano ai loro allievi a non lasciar andare “il fanciullo che alberga in ognuno di noi”, per questo erano ancora perfettamente efficienti alla veneranda età di… ’ntanni!

Content Protected