il suo Curriculum 家譜

//il suo Curriculum 家譜
il suo Curriculum 家譜2018-09-18T10:08:57+00:00

il Maestro GUIDOTTI, pratica ininterrottamente  KUNG-FU Tradizionale Cinese

dal 1967

anno 1967

“… e tutto inizia sempre dal molto piccolo…”

San Benedetto del Tronto (AP) ShiFu Guidotti (KuDeYi) inizia la pratica del Gong-Fu Cinese Tradizionale, studiando con passione e allenandosi molte ore al giorno.

anno 1971

Inizia a fare molti chilometri, per seguire colui che da sempre considera il suo primo insegnante. Affrontando molti sacrifici, si esercitò intensamente con lui per tre anni, assorbendo dal suo primo Maestro, il modo di insegnare e la filosofia di vita che oggi lo caratterizzano nell’insegnamento.

anno 1974

Inizia ad insegnare, quasi per gioco e in forma privata ad alcuni suoi amici, dimostrando comunque una grande predisposizione in questo ruolo. L’inizio di un futuro che ben presto, diventerà il suo naturale stile di vita.

anno 1976

Apre al pubblico i Corsi a San Benedetto del Tronto (AP), in un piccolo locale di 30 mq. inizia, come un’avventura il suo viaggio nell’insegnamento del Kung-Fu fondando ufficialmente la sua Scuola.

anno 1980

In estate, a San Benedetto del Tronto (AP), sua città natale, organizza “Kung-Fu sotto le Stelle“, la sua Prima Esibizione in pubblico.

anno 1981

Viene nominato Direttore Tecnico Nazionale in seno all’A.N.I.K.A. (Associazione Nazionale Italiana Karate e Discipline Associate) per il settore Gong-Fu Cinese Tradizionale.

Partecipa inoltre alla “IV Pasqua del Budo” (Milano) nel corso dell’esibizione serale ed ottiene un grande successo personale, tanto da essere nominato nell’articolo relativo all’esibizione milanese e pubblicato sulla rivista “Samurai“.

anno 1982

Prende parte con alcuni allievi della sua Scuola alla “V Pasqua del Budo” (Milano) e partecipando alla gara dimostrativa “Esibizioni” si qualifica al secondo posto assoluto. In quell’occasione, oltre ad ottenere un grande successo personale, lì conosce Shifu Al Dacascos che si complimenta entusiasticamente con lui.

anno 1984

Iscrive la sua Scuola alla I.C.M.A.F. di Hong-Kong (International Combat Martial Arts Federation).

anno 1988

E’ ospite nella trasmissione televisiva “Il mio viaggio nell’incredibile”, condotta da Maria Rosaria Omaggio e messa in onda su Rai2 in prima serata.

anno 1989

Organizza il “1° Vento d’Oriente” a San Benedetto del Tronto. Esibizione alla quale partecipano 150 praticanti e 2000 persone.

Esce il suo primo libro “Hung Gar: Forma completa della Tigre e della Gru” edizioni Tecnipress (Roma). Questo suo lavoro, rappresenta in assoluto il primo libro europeo sullo stile della famiglia Hung ed è corredato, da oltre 600 dettagliate foto.

La rivista Banzai, riporta una recensione del libro definendolo uno dei libri più completi in commercio ed elogiandone il contenuto.

anno 1990

Nasce il “Seminario Nazionale T.K.F.A.” nella sua prima edizione che si svolge presso la nuova palestra comunale di Acquaviva Picena (AP). La manifestazione che riscuote un enorme successo, che verrà ripetuto ogni anno, divenendo un appuntamento fondamentale nella vita della Traditional Kung-Fu Association.   

Organizza il “2° Vento d’Oriente” al Palazzetto dello Sport di San Benedetto del Tronto (AP), ottenendo un’affluenza e un successo senza precedenti nelle Marche. La dimostrazione ha avuto 120 partecipanti e oltre 1.500 spettatori.

Il Maestro Guidotti, si ritira dalla scena pubblica. Questo è dovuto alla presa di coscienza che l’effettivo miglioramento di un vero Maestro, non passa sotto le luci di una ribalta o nelle varie gare organizzate un po’ ovunque.

anno 1992

Invita per la prima volta in Europa Shifu Brendan Lai il quale lo perfeziona in forma privata e lo incarica della diffusione del suo stile in Italia (QiXingTangLangQuan).

Si reca a San Francisco dove si perfeziona ulteriormente in forma strettamente privata nel “retro-bottega” del negozio di Shifu Brendan Lai (Mission Streeet), nel frattempo, viene a contatto con vari insegnanti del luogo, fra cui spicca Shifu Kwon Wing Lam e inizia il suo perfezionamento presso di lui (Hung GarBak Siu LamXingYiQuanSun TaJiQuan, BaGuaZhang).

Pubblica due suoi volumi “I Cinque Animali di Shaolin” e “Wing Chun di Fukien” (Edizioni Mediterranee – Roma).

anno 1993

Invita per la prima volta in Italia Shifu Kwon Wing Lam e da allora il rapporto è stato continuativo fino al giorno della sua scomparsa.

anno 1995

Pubblicazione dei volumi “Hung Gar Moi Fah Kuen” e “Tang Lang Bong-Bo” (Edizioni Mediterranee).

anno 1997

Pubblicazione dei volumi “Choy Lay Fut Fu Mei Dahn Doe” e “Tang Lang Ng Long Guan” (Edizioni Mediterranee).

Realizza e diffonde dei video didattici “Choy Lay Fut Chi Kuen“, “Yung Chun Siu Lim Tao“, “Yung Chun Cham Kiu“, “Yung Chun Biu Gee“, “Hung Gar Nozioni di Base”.

anno 1998

Pubblicazione dei cinque volumi didattici “XingYi Wu Xing Lien HuanChoy Lay Fut Chi Kuen“, Yung Chun Cham Kiu“, Yung Chun Biu Gee“, XingYi Yunnan Lien Bu Quan” – Sun Wu K’ung Publishing.

anno 1999

Si reca a Jinan (Shandong) e partecipa al prestigioso torneo che si svolge ogni due anni. Nella gara di forme tradizionali a mani nude e con le armi e si qualifica al primo posto in tutte e due le specialità. Partecipa inoltre all’esibizione dei Maestri e riceve i complimenti da tutti i maestri intervenuti (fra cui Pui ChanLily LauKwon Wing LamBrendan Lai…).

Nello stesso periodo si perfeziona a Beijing direttamente sotto la guida di Sun Jian Yun (2^ generazione Sun Taijiquan, Xingyiquan, Baguazhang), figlia del grande maestro Sun Lu Tang e si reca a Shaolin, dove studia direttamente sotto la guida di Shi De Cheng (monaco della 31^ generazione) nei pressi del famoso Tempio.

Inizia anche lo studio con Shifu Yu Hai (TangLangQuan) invitandolo in Italia per due anni consecutivi presso il Centro Nazionale per uno studio intensivo sullo stile della Mantide tradizionale e la sua elaborazione evolutiva, operata dal famosissimo Maestro cinese.

Viene intervistato a Jinan dalla CCTV1 e a Shaolin dalla Tv di Hong-Kong che preparava uno special sul famoso tempio.

anno 2000

Sensibile alla sofferta vita di Sun Jian Yun, figlia di Sun Lu Tang, effettua una sua personale donazione, per aiutare ad impedire la distruzione, della tomba del Gran Maestro Sun Lu Tang e la costruzione di un mausoleo che ne ricordi la vita, interamente dedicata al Kung-Fu tradizionale cinese.

Il “Seminario Nazionale T.K.F.A.”, che si svolge annualmente a San Benedetto del Tronto (AP), compie dieci anni di vita, grazie alla X^ edizione consecutiva.

anno 2002

La sua Scuola viene scelta dopo un’attenta selezione, dalla “Teuco-Guzzini“, operante nel settore del benessere, per rappresentare attraverso il QiGong ed il TaiJiQuan l’importante ditta presso la “Fiera Cersaie” che annualmente si svolge a Bologna.

Organizza le esibizioni di Mondavio (presso il famoso Chiostro Medioevale), Forlì ed Ancona, tutte con enormi consensi di pubblico e che segnano il ritorno sulla scena pubblica della nostra Scuola.

anno 2003

Organizza a Grosseto la prima esibizione in pubblico denominata “…c’era una volta in Cina“, curandone tutti gli aspetti. Il successo è tale che viene poi replicata a Mondavio (PU).

In ottobre riceve il “Fabriano Premio” alla carriera, prestigioso riconoscimento che in 46 edizioni ha premiato gente famosa dello spettacolo che si è particolarmente distinta e per l’occasione si esibisce nel Teatro “Gentile da Fabriano”, uno dei più famosi delle Marche, entusiasmando il pubblico presente.

A novembre si reca a Guangzhou (Canton) dove inizia un lungo tirocinio con Shifu Lin Zhong Wei, 5^ Generazione Mojiaquan (Mok Gar), divenendo suo allievo e infine a Foshan (Fatsan). Nel complesso del famoso “Tempio Ancestrale” di Foshan (che oggi accoglie al suo interno un Museo dedicato a Wong Fei Hong ed uno a Yip Man) si esibisce in onore di Shifu Lin e del Maestro Pan Yuan Liu (esperto in Liu He Pa Fa e Taiji stile Wu), suscitando l’ammirazione e gli applausi dei cinesi presenti per l’impeccabile esecuzione di Fu Hok Seung Ying Kuen ed il Taiji stile Sun.

Fonda il “Traditional Gong-Fu Research Institute”, che rappresenta un’evoluzione della sua Scuola. Il nuovo organismo è aperto a chiunque desideri confrontarsi in maniera costruttiva e crescere. Non una nuova ulteriore federazione, ma un “Gruppo Sperimentale” di Studio a cui tutti possono prendere parte, indipendentemente dalla scuola di provenienza.

anno 2004

In agosto, si reca nuovamente in Cina, a Guangzhou e partecipa al Torneo Ufficiale del Guangdong (Cina), qualificandosi al primo posto con la sequenza di Mojiaquan (Mok Gar) “Dong Zhuo Ming Cheng”. Lui ed il suo gruppo sono i primi occidentali a partecipare ad un torneo del genere in quella zona e riceve gli onori e i complimenti di tutti i maestri e gli arbitri presenti, creando un ponte di collaborazione per il futuro. Nonostante molti siano stati rifiutati, Shifu Guidotti, grazie alle sue capacità ed alla sua passione, riesce ad essere considerato da Shifu Lin come un figlio ed eseguire in sua presenza la cerimonia ufficiale “Bai Shi” che gli consente di divenire discepolo diretto di Shifu Lin Zhong Wei (Mojiaquan, Loong Ying, Bak Mei, Lee Gar, Yau Gar, Lohan Kuen, Tan Tui, Yang e Wu Taijiquan) a Guangzhou (Canton). Su espressa richiesta delle autorità cinesi presenti all’interno dell’Università, realizza il gemellaggio della sua Scuola, la KU DE YI JING WU MEN con l’Università di Guangzhou, esibendosi all’interno di essa nel corso delle lezioni universitarie ed entusiasmando studenti e professori cinesi. Assieme ai suoi allievi festeggia in modo esclusivo e riservato gli 89 anni di Shifu Lin Zhong Wei. Per la prima volta insegna a sei dei suoi allievi la famosa sequenza della Tigre e della Gru (Fu Hok Seung Ying Kuen) a Guangzhou (Canton). Visita di nuovo il Tempio Ancestrale a Foshan (Fatsan).

Nel mese di ottobre viene di nuovo invitato a Fabriano, in occasione della serata dedicata al prestigioso riconoscimento giunto alla 47^ edizione e che prende il nome di “Fabriano Premio” alla carriera e che si svolge nel Teatro “Gentile da Fabriano”, uno dei più famosi delle Marche (tutto esaurito per l’occasione). La sua esibizione emoziona particolarmente il pubblico, facendogli guadagnare il più lungo applauso di tutta la serata.

Ospita Shifu Wing Lam per due seminari sullo stile Hung Gar (Seung Bei SauLau Gar Jeong). Viene inoltre menzionato e riconosciuto nel sito di Shifu Wing Lam.

A novembre, Shifu Luigi Guidotti è ufficialmente eletto Presidente del settore “KUNG-FU CINESE TRADIZIONALE” all’interno del C.S.I. (Centro Sportivo Italiano) e ne assume a pieni poteri la Direzione Tecnica.

anno 2005

La Rivista M.A.K. pubblica un inedito articolo sul Mok Gar, scritto dal Maestro stesso. Per la prima volta si parla dettagliatamente di questo stile in Europa. Shifu Guidotti è il massimo esponente di Mok Gar nel nostro continente essendo divenuto ufficialmente discepolo di Shifu Lin Zhong Wei.

Organizza l’esibizione “C’era una volta in Cina” (edizione 2005) a Monte Porzio (PU), grande affluenza e grande successo.

Il 4 dicembre, il nostro Maestro ha regalato intense emozioni agli oltre 5000 presenti al Palalido di Milano. Il pubblico ha risposto con il più caloroso applauso dei tre giorni della “10^ Coppa del Mondo di Arti Marziali” alla sua stupenda esibizione. In un campionato che ha visto la partecipazione di oltre 500 atleti provenienti da moltissime nazioni fra cui Cina e Taiwan, oltre naturalmente ai Monaci Wudang e al loro gran Maestro You Xuan De (che ha lungamente applaudito il nostro Shifu congratulandosi personalmente con lui), egli ha semplicemente strabiliato tutti con la sua esibizione e quella della sua Scuola, regalando momenti indimenticabili e un brivido finale, dove è riuscito ad afferrare una freccia al volo scagliata contro di lui dalla distanza di 15 metri.

anno 2006

Grazie alla Tv satellitare (ODEON TV), che ha mandato in onda un reportage della “10^ COPPA DEL MONDO DI ARTI MARZIALI” si è potuto vedere su tutto il territorio nazionale, la manifestazione svoltasi a Milano lo scorso dicembre, con particolare risalto all’impresa del Maestro Guidotti, nel momento in cui afferrava una freccia al volo di fronte a una platea di ben 5.000 persone.

Ad aprile, Insegna in Toscana, come ormai accade da innumerevoli anni contribuendo a portare la tradizionale arte marziale cinese in quella regione.

A maggio, Shifu Wing Lam torna in Italia invitato dal Maestro Guidotti, che è anche insignito per la terza volta consecutiva del “Fabriano Premio” e nel mese di giugno del prestigioso “Trofeo Helios” a San Benedetto del Tronto (AP), come uomo dell’anno per i suoi meriti e le sue capacità.

Organizza le esibizioni nelle seguenti città: Camerano (AN)San Benedetto del Tronto (AP)Ascoli PicenoEmpoli (FI)PisaLivorno. Inoltre si esibisce in una memorabile performance per il Panathlon International, “Organismo Culturale Benemerito” riconosciuto dal Comitato Internazionale Olimpico.

A luglio, è mostrato in anteprima un nuovo video didattico del Maestro Guidotti e per la prima volta organizza una grande esibizione presso l’anfiteatro del Centro Nazionale, invitando molti personaggi importanti e rigorosamente su invito.

A dicembre, inizia l’insegnamento presso “UNITRE” – Università della Terza Età di Ostra Vetere (AN) che ha sede a Torino.

anno 2007

ShiGung Guidotti partecipa all’interno di molti Seminari aventi per tema il Benessere, iniziando a mostrare a tutti i benefici effetti della pratica del QiGong, del DaoYin e del TaiJiQuan.

Inoltre, nella seconda metà dell’anno, tiene corsi improntati sulla Self-Defense, fornendo ai partecipanti un approccio totalmente diverso e molto più interessante sulla difesa personale e derivante dalla sua quarantennale esperienza nel campo del Kung-Fu tradizionale cinese.

anno 2008

Il Maestro Guidotti, ha realizzato un validissimo cofanetto didattico articolato in tre video e distribuito dalla MEDUSA HOME ENTERTAINMENT. Il cofanetto, contiene tre DVD, corredati dai relativi Booklet di trenta pagine cadauno e sono totalmente interattivi! Prodotti e realizzati dal Maestro GUIDOTTI stesso, rappresentano, un viaggio completo nel mondo del Kung-Fu tradizionale cinese, che si snoda attraverso l’approfondimento di sequenze che riguardano tre diversi stili: SIU MOI FAH KUEN (forma del fiore di prugno dello stile Choy Lay Fat)YANG TAIJIQUAN DAHN DOE (forma di sciabola del Taijiquan della Famiglia Yang)LOONG TAU GWAI JEUNG (forma del bastone da passeggio con la testa di drago dello stile Bak Siu Lam).

Ad agosto, è ufficialmente divenuto discepolo di Shifu KWONG WING LAM. La cerimonia Bai Shisi è svolta a Sunnyvale (CA), divenendo l’unico discepolo europeo del prestigioso Maestro cinese! Oltre ciò, a Cupertino, si è anche esibito durante i festeggiamenti in onore del compleanno di Shifu Wing Lam, ottenendo con la sequenza Hung Gar WU HSING KUNE un grande successo personale e i complimenti di tutti gli intervenuti.

anno 2009

Il Maestro Guidotti, con alcuni suoi allievi, appare nella pubblicazione ufficiale di un libro, riguardante la storia e le attività del Mok Gar, diffuso a GuangZhou (Canton) e Hong-Kong, che ha posto in risalto il nostro Maestro nella regione del Guangdong, una delle poche zone della Cina in cui la tradizione nelle Arti Marziali è ancora fortemente sentita e praticata. L’articolo, categoricamente in cinese, pone l’accento sul Maestro Guidotti e sul gruppo di suoi allievi, che lo accompagnarono nell’agosto del 2004 in questa avventura, durante la quale il nostro Shifu, divenne discepolo (cerimonia Bai Shi), dell’ultimo grande Shifu dello stile Mok Gar, il Gran Maestro Lin Zhong Wei (conoscitore anche di svariati sistemi del sud della Cina fra cui Bak Mei, Loong Ying). In quell’occasione il gruppo si distinse al torneo nazionale di Kung-Fu tradizionale del Guangdong, riservato ai soli cinesi.

Il 12 agosto, prende parte alla trasmissione televisiva “Ѐcht Niet?!”, realizzato da “Teleac/NOT” in un famoso programma trasmesso su Olanda 3. Teleac/NOT, è un’azienda leader nel suo settore, specializzata in programmi educativi per conto della TV nazionale olandese. Tali prodotti non sono solamente visti in televisione, ma entrano a far parte del materiale educativo scolastico. Il programma, è guardato da una folta schiera di appassionati, soprattutto da coloro che hanno un’età compresa fra i 15 ed i 35 anni. I dati ufficiali, per questo programma, che si sono stati forniti da Teleac/NOT, parlano di un pubblico di circa 2 milioni di persone e di una percentuale share del 20%. In questa trasmissione, il Maestro Guidotti ha ripetuto dal vivo l’esercizio che l’ha reso famoso, e cioè quello di afferrare una freccia al volo. La sua performance, ha riscosso un grandissimo successo e ha lasciato tutti allibiti.

Nel mese di ottobre, il Maestro Guidotti, invita per la prima volta in Italia, Shifu Wong Chi Yuen, caposcuola della Lee Koon Hung Choy Lay Fut Kung-Fu Association (Hong-Kong Branch). Perfezionando ulteriormente il suo Choy Lay Fat sotto il bravo insegnante cinese. A oggi Shifu Wong è un qualificato insegnante di “Chinese Martial Arts and Lion Dance” presso la “Hong-Kong Chinese Martial Arts Association” e presso la “Hong Kong Instructor Association”.

anno 2010

Per la prima volta, il Maestro Guidotti, acconsente alla cerimonia ufficiale BaiShi (BaiSee) all’interno della sua Scuola, accettando degli allievi come Discepoli.

Il “Seminario Nazionale T.K.F.A.” compie vent’anni, grazie alla XX^ edizione consecutiva.

A ottobre, inizia a insegnare il FoJiaQuan, il primo stile da lui appreso in gioventù, a pochi e selezionati allievi (Discepoli e Maestri). Il FoJiaquan, da non confondersi con il più recente Fat Gar, stile ibrido sviluppatosi nel GuangDong, ha una storia e una tradizione millenarie. ShiGung Guidotti è l’unico Maestro europeo a praticare oggi questo stile!

Realizza insieme con alcuni suoi allievi, un film a livello semi-professionale dal titolo: “KuDeYi, colui che insegna con onestà”. Il cortometraggio, narra la storia di un gruppo di ragazzi che la durezza della vita aveva trasformato in delinquenti e del cambiamento innescato dal casuale incontro con un Maestro di Kung-Fu.

anno 2011

 Il Maestro Guidotti prende parte al film “Ai Confini dell’Anima“. La Première, si è tenuta a Roma il 9 aprile al famoso “The Space – Cinema Moderno”, in piazza della Repubblica, dove a causa della grande affluenza (rigorosamente solo su invito personale), sono state necessarie ben due proiezioni. Per questo grande evento sono intervenute molte personalità importanti del mondo del cinema e dello spettacolo.

A settembre, organizza, il “1° Memorial Sileoni Giammatteo“, svoltosi a Piediripa di Macerata (MC) in ricordo del suo allievo, venuto prematuramente a mancare e che aveva dedicato parte della sua vita al Kung-Fu con grande passione.

anno 2012

Il Maestro Guidotti inizia la produzione di vari filmati, utilizzando il canale video YouTube “Legendary Kung-Fu”, che riscuote grandi consensi e moltissime adesioni.

Realizza due nuovi siti internet, il cui scopo è approfondire il Kung-Fu attraverso un’ottica diversa. Un’attenta analisi che fa il punto della situazione e che deriva da una vita dedicata allo studio continuo, interamente dedicato alla sua grande passione.

Ormai il Kung-Fu è divenuto il suo naturale stile di vita, Shifu Guidotti, è ora un esempio per le nuove generazioni, grazie all’apertura di Scuole da lui riconosciute e la creazione di Maestri che sotto il suo insegnamento e la sua guida, si sono perfezionati, lavorando duramente per molti anni.

anno 2013

A febbraio, inizia a insegnare ad alcuni suoi allievi l’intera sequenza tradizionale del Muk Yan Jong, il famosissimo “Uomo di Legno” del Wing Chun.

Nel periodo estivo, insegna nel parco di Senigallia (AN) la sequenza Fei Loong Sin, “Il ventaglio del dragone volante”

A luglio è l’unico docente ufficiale nello stage organizzato ad Arquata del Tronto (AP), dove insegna la forma Hung Gar della Famiglia Lau.

A settembre inizia ad insegnare a pochissimi allievi le basi del RouQuan, una particolarissima forma di QiGong avanzato che veniva insegnato in segreto nel tempio Shaolin.

anno 2014

A gennaio, inizia ad insegnare l’ultima sequenza a mani nude dello stile Hung Gar “Tit Sin Kuen”.

A novembre, inizia a trasmettere ad alcuni suoi allievi, per la prima volta, il FoZhangMen. Uno stile particolarissimo e sconosciuto, di cui il Maestro Guidotti è l’attuale depositario.

anno 2015

“E’ l’anno della grande svolta!”

ShiGong Guidotti, dopo attente considerazioni e sensibile al degrado che il Kung-Fu cinese sta attraversando ormai da un decennio, decide di stabilire quelli che sono i capisaldi e le future regole della sua Scuola, che agevoleranno il ritorno alla Tradizione. Induce quindi gli Insegnanti della Traditional Kung-Fu Association a fare una scelta obbligata: questo gli permette così di rimuovere dalla Scuola da lui riconosciuta quelle persone che non hanno compreso il significato di Arte Tradizionale e di partire con un nuovo inizio.

A marzo, spettacolare “Seminario Nazionale” per il XXV anniversario dell’evento a San Benedetto del Tronto (AP).

Ad aprile, getta le basi dell’innovativo metodo di Autodifesa, strutturandone il programma di studio.

Nel periodo estivo, insegna ai suoi allievi in modo intensivo l’Autodifesa, trasmettendo loro il suo innovativo concetto riguardo tale argomento, ottenendo un grande successo personale anche in questo campo.

A settembre, pone le basi per il programma di studio del corso bimbi “Kung-Fu Kids”, innovandolo insieme agli insegnanti della regione Marche.

A ottobre, realizza il suo nuovo e personalissimo sito che tratterà in maniera approfondita il Kung-Fu Tradizionale Cinese attraverso svariati aspetti, soprattutto culturali.

Il 21 e 22 novembre, prende parte all’evento “The Kung-Fu Journey” a Fabriano (AN), all’interno del quale viene presentato presso il multisala “Movieland” il film “Ai Confini dell’Anima”, nel quale il Maestro Guidotti è co-protagonista e al seguito, tiene un’applauditissima conferenza. Il 22 novembre è l’ospite d’onore alla spettacolare esibizione tenuta dai suoi allievi, sempre a Fabriano.

A dicembre, chiusura dell’anno in bellezza, con l’eccezionale “Master’s Seminar” dove ShiGong Guidotti insegna per la prima volta ai suoi allievi il “Miao Dao”.

anno 2016

L’anno inizia con l’inaugurazione ufficiale del primo “KuDeYi WuGuan Martial Club italiano, nella zona compresa fra Corridonia, Piediripa, Macerata. Che rappresenta la concreta risposta del Maestro Guidotti al degrado del Kung-Fu tradizionale cinese. Il suo motto è “Proiettarsi nel futuro, guardando al passato!” e rappresenta un’inedita innovazione che immerge il praticante nel passato e le sue tradizioni.

anno 2017

E’ il periodo della “rivoluzione nella T.K.F.A.“! Il Maestro riprende in prima persona le redini della Traditional Kung-Fu Association che finalmente inizia a rifiorire dopo anni di stasi e stagnazione. Ristruttura personalmente il sito della T.K.F.A., scuola affiliata al GuDeYi JingWuMen (l’esclusiva Scuola del Maestro Guidotti) e ne reimposta gli obiettivi, lo studio e il programma, rendendola “Tradizionalmente Dinamica” e pronta per il futuro. Allo stesso tempo riesce a distaccarla totalmente dall’odierna e diffusa moda di praticare Kung-Fu in maniera superficiale, eliminando totalmente alla radice questa moderna tendenza dalla Scuola e fin dai primi livelli di studio,  estendendo il concetto di pratica tradizionale fino ai corsi riservati ai giovanissimi praticanti.

(…continua)

Importante INIZIATIVA!

Nell'EVOLUZIONE, la TRADIZIONE

KuDeYi MARTIAL CLUB - 武館 Wu Guan

per saperne di più, FAI CLICK QUI!

OSSERVARE non è solamente “GUARDARE”!

 “Osservare” è un’Arte… o meglio: “il saper osservare” è la vera Arte! Ho sempre guardato ai “giovani”, ma ho appreso dagli “anziani”! Potrei riassumere in questa frase, il mio concetto di corretto apprendimento. In [...]

sul Maestro…

 Pratico Kung-Fu Tradizionale Cinese da una vita, conservando inalterato nel tempo lo stesso entusiasmo degli inizi e alimentando la mia passione con una continua e inesauribile sete di conoscenza che mai mi ha [...]

sul senso del SE…

 Quando qualcuno cerca di valutare la mia persona, parlando o scrivendo di me, in virtù di quanto ascoltato da altri o letto nel web, senza avermi mai realmente conosciuto, commette un primo, fondamentale [...]

il sasso nella scarpa…

 La mia passione sopra le righe, i luoghi comuni che spesso, si addensano come nubi, nel mondo delle arti marziali da un po’ di tempo a questa parte. Un semplice modo per fare il [...]

sul Quadro della situazione…

 神話 il Mito... Il Mito aiuta a credere, migliorare, fornisce stimoli per crescere, ci permette di essere concentrati e raggiungere i nostri obiettivi, anche quelli più difficili. Se ci legheremo al Kung-Fu solo per [...]

sulla Tradizione…

 Tanto tempo fa in Cina, le arti marziali erano esclusivamente praticate dal sesso maschile, e uno degli scopi del loro esercizio, quando non c’erano guerre in corso, era rappresentato dalla necessità di difendere [...]

sullo Stile…

 Uno o più stili? “Qual è lo stile più efficace; il sistema migliore?… E’ meglio praticarne uno solo piuttosto che diversi?” Domande che tutti si pongono e che nella rete trovano ampio dibattito, [...]

il maestro guidotti
il suo pensiero
cosa ha fatto
la sua genealogia
Content Protected