sul Quadro della situazione…

//sul Quadro della situazione…



神話 il Mito

first_dragonIl Mito aiuta a credere, migliorare, fornisce stimoli per crescere, ci permette di essere concentrati e raggiungere i nostri obiettivi, anche quelli più difficili. Se ci legheremo al Kung-Fu solo per il suo aspetto materiale, saremo come ciechi che brancolano nel buio! Dobbiamo lasciare che il mito possa ispirarci e saremo illuminati da esso. Potremo così trovare la giusta motivazione per proseguire con onore e coraggio nel difficile compito che è la diffusione del Kung-Fu Tradizionale Cinese in tutta la sua concreta bellezza. Il Mito è la cultura ancestrale di un popolo, e senza la conoscenza di questa cultura, non si potrebbe comprendere a fondo il significato dell’Arte Marziale. Senza la comprensione dei miti e della loro influenza sul Kung-Fu tradizionale, saremmo privati di una componente essenziale, pregiudicando la nostra crescita, come praticanti e come individui. Sarà come avere in mano, solo una scatola vuota, che conteneva… chissà!



  la Leggenda…

tbs1La leggenda ha l’importantissima funzione di stimolare il praticante a crescere, migliorare, lo aiuta a credere in ciò che fa. I Maestri del passato erano “visionari” e sono riusciti a creare, fornendo spunti alle future generazioni di appassionati praticanti. Limitarsi a visioni parziali, è come osservare la luna in un pozzo o essere una rana in fondo allo stagno… Il cielo è molto più grande! La leggenda, è un racconto fantastico, che permette alla vostra mente di spaziare, essendo un mix di mito e verità… si può decidere di credervi o no, oppure in che misura. Attraverso le gesta romanzate dei Maestri del passato e il loro positivo esempio, possiamo certo migliorare.

L’estrema razionalità uccide una parte importante dell’uomo… la leggerezza che può donare un po’ d’irrazionalità, aiuta ad andare oltre. Basta guardare le vite dei grandi geni del passato! Bisognerebbe imparare a osservare con “cognizione di causa”, ciò che accade ogni giorno intorno a noi e trarre il corretto insegnamento, dalle cose semplici e da quelle inusuali. Grazie alla Leggenda, la fantasia galoppa come un cavallo selvaggio, portandovi oltre gli altri possono mai essere arrivati con la sola e schematica razionalità. Ciò, potrà rendervi speciali o prigionieri di un sogno; il segreto è… nell’equilibrio!



昨天  il Passato…

xianIn un cielo notturno, sono innumerevoli le stelle che brillano! Allo stesso modo, i Maestri del passato ci illuminano, grazie al loro esempio di vita, indicandoci il cammino. In questo modo, noi moderni praticanti che cerchiamo la strada, come viandanti nel buio delle contraddizioni e degli interessi di parte, possiamo avere dei modelli di riferimento concreti. In un cielo notturno ogni stella possiede il suo fascino, e tutte insieme concorrono alla bellezza nella visione d’insieme.

Allo stesso modo, ogni Maestro del passato, ha contribuito per la sua parte, a rendere il Kung-Fu un qualcosa di unico, completo! Con la loro esperienza di vita e il loro insegnamento, hanno reso sicuramente questo cielo più bello e interessante, con la semplice coscienza di una profonda umiltà di non essere loro il solo centro dell’universo.

Tempo fa, il Kung-Fu univa i praticanti, si era ben consapevoli del comune legame e tutti insieme, come tante stelle sotto lo stesso cielo, si aggregavano sotto l’egida di un ideale ben più grande. Se s’incontravano individui di pari valori, si era ben disposti a condividere con loro la propria esperienza e questo andava in entrambe le direzioni… e perché no? Si poteva arrivare persino a scambiarsi i propri allievi. Poiché nel cuore di un vero Maestro di Kung-Fu, non alberga la presunzione né l’egoismo. Gli insegnanti del passato, avevano maturato una semplice convinzione: essi non erano il “centro dell’universo”. I Maestri di Kung-Fu del passato, animati da semplice umiltà e armati solo del loro coraggio, sono divenute quelle straordinarie persone alle quali ci ispiriamo! Tutto ciò ha permesso al Kung-Fu di arrivare fino a noi…



今天  il Presente…

crossroadC’erano tutti i presupposti per crescere, tramandare, costruire ulteriormente… poi è arrivato Internet che avrebbe potuto aiutare ulteriormente, unire le persone, colmare le distanze. Con lui sono arrivati i forum, i blog, il social network, le varie community… e poi? Poi si è perso il controllo! Come tutte le cose, anche il Kung-Fu moderno si è fatto influenzare da queste tendenze, nella maggior parte dei casi in modo negativo ed ecco il risultato.

Sotto gli occhi di tutti si consuma un silenzioso dramma, il vero Kung-Fu sta morendo, trasformandosi in un mostro virtuale, che non ha nulla a che vedere con i tempi in cui si era considerati bravi, perché mostravi realmente il tuo valore a chi veniva a contatto diretto con te. Questo perché ciò che “viene” riportato su internet diventa una sorta di verità assoluta e tutto si ferma lì, dopo accesi e assurdi dibattiti su questo o quell’altro, nessuno ha più la voglia di ricercare una concreta, reale verità. Sono tutti sazi di chiacchiere di rete, dei soliloqui attraverso un monitor premendo e dei tasti… ciò non potrà mai mostrare la vera misura di chi si ha di fronte (nel bene e nel male). Il risultato è solo una pancia gonfia d’aria e non di concreto cibo. Una volta i Maestri di Kung-Fu non avevano internet per comunicare fra loro, l’unico modo per scambiare opinioni era il contatto diretto! Una buona abitudine che sarebbe utile restaurare e insegnare ai propri allievi, innescando un processo costruttivo di cambiamento che potrebbe rimettere tutto sul giusto binario.

E’ buffo, come la semplice realtà possa diventare un’assurda utopia, mentre l’immaginaria virtualità diviene a torto la realtà… Il problema non è Internet o quant’altro a esso collegato, bensì l’uso che le persone fanno di questo moderno mezzo di comunicazione globale. E questo ci porta al futuro del Kung-Fu Tradizionale Cinese!



明天  il Futuro…

questionsOgni vero Maestro del passato, portando avanti con tenacia e coraggio il suo credo, ha contribuito alla costruzione di un bellissimo e necessariamente incompiuto palazzo. Il “duro lavoro” di queste persone, ha contribuito a edificare questa bellissima costruzione alla realizzazione della quale, possiamo concorrere anche noi moderni Maestri di Kung-Fu. Se seguiremo la tradizione e quelle regole alle quali si sono ispirati gli insegnanti del passato aiuteremo questa struttura a rafforzarsi e a innalzarsi ulteriormente. In caso contrario, essa diverrà una “torre di Babele” senza senso, dove ognuno inizierà a parlare una sua lingua e nessuno potrà mai più comprendere l’altro. Un caos generale che allontanerà solamente le persone e concorrerà alla distruzione del Kung-Fu stesso.

Gli altri sono importanti! Possiamo interagire con loro, attingere, ampliare, perfezionare le nostre conoscenze. Avere la presunzione di possedere tutte le risposte non aiuta a costruire nulla.

“Il mondo è bello perché è vario”. Un semplice proverbio del passato, ma che racchiude una semplice ma profonda verità! Un mondo dove tutti la pensano in maniera identica, sarebbe monotono e triste. Un claustrofobico schema che ucciderebbe l’inventiva, l’iniziativa e la creatività, che sono state le componenti fondamentali, nella creazione di quei diversi aspetti del Kung-Fu tradizionale, che prendono il nome di Stili o Sistemi. Affermare che “il mondo è bello perché è vario”, significa accettare l’esistenza di una diversità di vedute, di usi, di costumi, tra i diversi soggetti e ciò rende il mondo in cui viviamo, un luogo dove potersi confrontare e dissentire tenendo presente sempre il rispetto per le idee altrui, dove la crescita interiore inizia da una costruttiva discussione con gli altri. Purtroppo alcune volte, prigionieri delle umane emozioni, qualcuno vorrebbe un mondo uniformato e appiattito sulle proprie posizioni ma ciò collimerebbe inevitabilmente con la fine delle aspirazioni del genere umano!

Se continua così, senza tener conto che è importante rispettare la tradizionale diversità, il Kung-Fu sarà destinato all’oblio, poiché la perdita dei valori, di rispetto e del vero significato che solo una concreta pratica può dare, ci porterà alla fine di un’epoca.


顧德義師父 Shifu KuDeYi (Luigi Guidotti)

Il Maestro Luigi Guidotti, pratica l’Arte Marziale Cinese Tradizionale dal 1967 e questo lo colloca fra i pionieri del Kung-Fu in Europa. Nel 1978 decise di dedicarsi alla diffusione di ciò che è oggi divenuto il suo naturale stile di vita. Da quel momento, pur insegnando, ha sempre continuato a perfezionarsi con maestri di fama internazionale, mantenendo vivo il suo interesse per l’arte marziale cinese. Sotto la sua guida si sono perfezionati moltissimi praticanti anche stranieri.


OSSERVARE non è solamente “GUARDARE”!

 “Osservare” è un’Arte… o meglio: “il saper osservare” è la vera Arte! Ho sempre guardato ai “giovani”, ma ho appreso dagli “anziani”! Potrei riassumere in questa frase, il mio concetto di corretto apprendimento. In [...]

sul Maestro…

 Pratico Kung-Fu Tradizionale Cinese da una vita, conservando inalterato nel tempo lo stesso entusiasmo degli inizi e alimentando la mia passione con una continua e inesauribile sete di conoscenza che mai mi ha [...]

sul senso del SE…

 Quando qualcuno cerca di valutare la mia persona, parlando o scrivendo di me, in virtù di quanto ascoltato da altri o letto nel web, senza avermi mai realmente conosciuto, commette un primo, fondamentale [...]

il sasso nella scarpa…

 La mia passione sopra le righe, i luoghi comuni che spesso, si addensano come nubi, nel mondo delle arti marziali da un po’ di tempo a questa parte. Un semplice modo per fare il [...]

sul Quadro della situazione…

 神話 il Mito... Il Mito aiuta a credere, migliorare, fornisce stimoli per crescere, ci permette di essere concentrati e raggiungere i nostri obiettivi, anche quelli più difficili. Se ci legheremo al Kung-Fu solo per [...]

sulla Tradizione…

 Tanto tempo fa in Cina, le arti marziali erano esclusivamente praticate dal sesso maschile, e uno degli scopi del loro esercizio, quando non c’erano guerre in corso, era rappresentato dalla necessità di difendere [...]

sullo Stile…

 Uno o più stili? “Qual è lo stile più efficace; il sistema migliore?… E’ meglio praticarne uno solo piuttosto che diversi?” Domande che tutti si pongono e che nella rete trovano ampio dibattito, [...]

la sua genealogia
il suo curriculum
il maestro guidotti
cosa ha fatto
By |2016-10-25T16:23:56+00:00luglio 3rd, 2014|
Content Protected