Il “vanto” dell’aver conosciuto…

/, in Evidenza.../Il “vanto” dell’aver conosciuto…

Chiunque può redigere il proprio curriculum falsandone i contenuti, dato che oggi è una pratica comune ed è utilizzata molto più di quanto si creda. Francamente non ci interessa la veridicità o meno di chi non conosciamo, ma quando si lascia intendere cose che non sono vere, su ciò che ci riguarda direttamente e delle quali sappiamo molto bene la verità, allora possiamo sicuramente dire la nostra opinione e andare fino in fondo.

Siamo presenti in Italia da oltre un quarantennio e possiamo specificare senza tema di essere smentiti, che nessun altro a parte il Maestro GUIDOTTI ha mai ottenuto insegnamenti diretti, personali, continuativi né riconoscimenti dai seguenti insegnanti:

  • Brendan Lai
  • Kwong Wing Lam
  • Lin Zhong Wei
  • Sun Jian Yun
  • Wong Chi Yuen
  • Yu Hai

Chi afferma di avere avuto contatti con i suddetti Maestri, dovrebbe specificare che ha solo partecipato a qualche stage organizzato dal Maestro GUIDOTTI stesso e che tutto è finito lì. Nessuno a parte il nostro Caposcuola, ha mai approfondito con questi insegnanti alcunché, senza mai perfezionarsi oltre il semplice apprendimento che deriva dalla partecipazione a uno stage di qualche ora.

Utilizzare frasi che iniziano con: “L’aver conosciuto…” o simili, lascia troppo libero spazio all’interpretazione personale di chi legge e non sa. Questo può creare fraintendimenti e quindi è bene specificare, posizionando ad hoc i classici puntini sulle “i”.

E’ meglio essere chiari, riguardo al solito malcostume del lasciar intendere chissà quale tipo di rapporto, più o meno approfondito che si possa aver avuto con qualcuno, quando invece si è stati solamente una semplice comparsa in mezzo a tanti altri e nulla è mai andato oltre una semplice foto di gruppo o un video, chiaramente “rubati” per l’occasione.

“Il vanto di aver conosciuto…”, omettendo sempre e volutamente il “grazie a qualcun altro…”, solo per trarre ipotetici vantaggi personali, non basta certo per arrogarsi alcun diritto. Il vago “lasciar credere”, non ha nulla a che vedere con l’approfondita conoscenza che si vorrebbe ostentare, nascosta dietro le ambigue frasi di circostanza utilizzate solo per promuovere la propria, nuova realtà.

La Tradizione, non è una bandiera da sventolare quanto fa comodo. Affermare di aver conosciuto dei Maestri Tradizionali e poi rifiutare tale concetto, porta a una sola ed evidente conclusione: non è una certificazione di affidabilità, bensì un vanto da ostentare a comodo.

NEWS
Vecchie NEWS

ULTIMI POST

BaGua Dao: La Sciabola degli Otto Trigrammi

La Tradizione non è un optional che si può ignorare e anche se sono in molti oggi a liquidare dal loro insegnamento, il senso più profondo di questa parola, seguendo la scia di [...]

Il “vanto” dell’aver conosciuto…

Chiunque può redigere il proprio curriculum falsandone i contenuti, dato che oggi è una pratica comune ed è utilizzata molto più di quanto si creda. Francamente non ci interessa la veridicità o meno [...]

Discepolo SI, Discepolo NO: È solo una questione di VIRTÙ MORALE

La nostra realtà da sempre si distingue per chiarezza, correttezza e trasparenza. Noi ci ispiriamo semplicemente alle antiche tradizioni, sforzandoci di applicare ogni giorno il codice di regole non scritte che è rappresentato [...]

“Arti Marziali” e Bullismo…

L’avvento del degrado non è sicuramente un’opzione, inevitabilmente arriva nel tempo, lentamente, inesorabilmente. L’essere umano per sua natura è volubile, superficiale e spesso portato a seguire le mode. Il non arrivare fino in [...]

Allenamenti Estivi? NO GRAZIE, meglio…

Lezioni estive? NO, GRAZIE! Meglio un prestigioso Seminario che duri tutta un’estate.             Da un’indiscrezione dell’ultim’ora, trapela quanto segue: quest'anno le lezioni estive, assumeranno una diversa connotazione, stravolgendo totalmente le abitudini dei praticanti [...]

By | 2017-12-06T12:14:48+00:00 settembre 25th, 2017|
Content Protected